Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.

Logo Repubblica Italiana
Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Organizzazione servizi ospedalieri e territoriali

Il progressivo invecchiamento della popolazione e il consolidamento del quadro epidemiologico dominato da malattie cronico-degenerative hanno richiesto la riorganizzazione dei processi di cura centrati su una maggiore integrazione tra ospedali, secondo il modello Hub and Spoke, e tra rete ospedaliera e servizi territoriali, attraverso l’adozione di linee guida per la gestione integrata dei Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA) e dei Protocolli di Dimissione protetta per i pazienti in fase post acuta.
Il concetto di rete clinico assistenziale, previsto nel Decreto Ministeriale 70/2015 “Regolamento recante definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera”, ha l’obiettivo di assicurare che la presa in carico globale del paziente avvenga in condizioni di appropriatezza, efficacia, efficienza, qualità e sicurezza delle cure, mettendo in relazione professionisti, strutture e servizi che erogano interventi sanitari e sociosanitari di tipologia e livelli diversi.
Per la definizione delle Reti cliniche, il Decreto affida ad un Tavolo istituzionale, coordinato da AGENAS e composto da rappresentanti del Ministero della Salute e delle Regioni, il compito di definire le linee guida organizzative e raccomandazioni per il corretto funzionamento della rete.
Il Tavolo si avvale di un Coordinamento Tecnico Scientifico che vede la partecipazione di ISS, di AIFA, delle Società Scientifiche, della FNOMCeO, di FNOPI (già IPASVI) e di altre professioni sanitarie e di Cittadinanzattiva, nonché i gruppi di lavoro specifici per le singole patologie.

Le linee guida organizzative già approvate dal Tavolo sono:

  • Le quattro Reti tempo-dipendenti: cardiologica per l’emergenza, neonatologica e dei punti nascita, ictus e trauma severo (Accordo Stato-Regioni 24/01/2018 PDF Logo - PDF); il manuale operativo per le reti cliniche tempo-dipendenti è in corso di validazione, cosi come previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 24/01/2018;
  • Reti oncologiche (in corso di approvazione da parte della Conferenza Stato-Regioni);
  • Rete servizi territoriali e integrazione assistenza ospedale-territorio - RESET (documento inviato all’Ufficio di Gabinetto del Ministero della Salute per il successivo iter istituzionale).

Reti in corso di approfondimento:

  • Rete trasfusionale;
  • Linee di indirizzo per le complicanze in gravidanza;
  • Rete nazionale tumori rari ("Istituzione del Coordinamento funzionale della Rete Nazionale dei Tumori Rari - RNTR" Decreto del Ministro 1/02/2018 PDF Logo - PDF Accordo Stato-Regioni 21/09/2017 PDF Logo - PDF);
  • Rete trapiantologica;
  • Rete malattie rare;
  • Rete terapia del dolore;
  • Reti medicine specialistiche;
  • Rete pediatrica (coordinata dal tavolo CNAPA del Ministero della Salute).

 

Letto 24218 volte Ultima modifica il Venerdì, 20 Luglio 2018 11:57
Altro in questa categoria: Distretti e assistenza territoriale »

monitor MONITOR N. 42

monitor 33

Monitor - 2017

"Reti tempo-dipendenti", questo il "Focus on" dell'ultimo numero della rivista Monitor  leggi di più...