Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.

Logo Repubblica Italiana
Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Ansa: il sito dedicato agli over 65

Basta aprire il sito ansa.it, cliccare sul canale “Salute e Benessere” e poi su “65+”: ed ecco il sito interamente dedicato alla prima generazione di “anziani digitali”. È questa l’iniziativa dell’agenzia di stampa Ansa nata in collaborazione con i medici della Società Italiana di Geriatria e Gerontologia (SIGG) e il patrocinio del Ministero della salute. Un’informazione a tutto tondo: dalla salute ai consigli degli specialisti, dagli aggiornamenti quotidiani di news e attualità fino a tutte le novità sulla ricerca scientifica. Ma anche un’attenzione particolare agli stili di vita, alle nuove cure, all’alimentazione; un sito con il “bollino blu”, che ne certifica la qualità e l’attendibilità.

Secondo una ricerca del Politecnico di Milano condotta per l’agenzia di stampa, la prima generazione di anziani digitali è in arrivo: sono gli ultracinquantenni di oggi, che ogni giorno utilizzano smartphone, vanno sui social network, consultano i siti di informazione, e che saranno gli over 65 di domani. Una categoria che al momento in Italia si mostra ancora poco incline all’uso dei nuovi canali digitali, ma che in un futuro prossimo “costringerà” le istituzioni e i big della tecnologia a ripensare in chiave “tecno” ai loro bisogni. L’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico ha infatti rilevato un livello di utilizzo dei servizi digitali in ambito sanitario da parte degli anziani molto limitato. Se mediamente il 16% di italiani ha utilizzato nell’ultimo anno app per smartphone riguardanti salute, benessere, stile di vita, la percentuale scende al 9% se si considerano gli strati più anziani della popolazione. “La comunicazione in internet non è sempre certificata - ha spiegato Paolisso, il presidente della SIGG (Società Italiana di Gerontologia e Geriatria) -  ma ora, grazie al sito, possiamo mettere in sicurezza gli anziani presentando quelle che sono le più recenti evidenze scientifiche internazionali in ambito di ricerca, innovazioni cliniche, diagnosi, prevenzione e cura”.

Letto 2110 volte Ultima modifica il Lunedì, 17 Novembre 2014 19:42