Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.

Logo Repubblica Italiana
Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Revisione e sviluppo organizzativo delle strutture ospedaliere con particolare riferimento alle reti cliniche - Laboratorio per le reti cliniche

Ricerca Agenas

Responsabile scientifico Agenas: Giovanni Caracci

Referente Agenas: Angela Angelastro Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Capofila: Agenas

Unità Progetto

  • Azienda Usl di Ravenna (Ausl Ravenna)
  • Azienda Ulss 16 di Padova
  • Agenzia Regionale Sanitaria della Puglia

Abstract

Nel solco dell’esperienza del Progetto di Ricerca Corrente 2007 “Strumenti e modelli per la programmazione delle reti ospedaliere” e alla luce dei risultati ottenuti e degli ulteriori interrogativi di ricerca emersi, la finalità della ricerca è stata quella di avviare la progettazione e realizzazione di un laboratorio sulle reti ospedaliere, che permettesse di sperimentare un modello interregionale di monitoraggio sui cambiamenti dei modelli organizzativi in atto nelle Regioni/PA. Gli obiettivi generali della ricerca sono stati definiti come segue:

  • monitoraggio della qualità di reti ospedaliere, per la conoscenza delle esperienze innovative regionali;
  • collaborazione e cooperazione tra gli operatori regionali, per l’implementazione dei modelli organizzativi che meglio rispondono ai bisogni di salute dei cittadini nel rispetto delle singole realtà regionali.

Tali obiettivi generali sono stati declinati e operazionalizzati avendo cura di valorizzare esperienze, competenze e bisogni di ricerca di ciascuno degli interlocutori regionali che hanno preso parte alle attività. Dal punto di vista metodologico, la sfida è stata quella di coinvolgere i diversi attori della scena organizzativa in forme di co-progettazione permanente, seguendo una logica di integrazione e adottando un approccio il più possibile partecipativo nell’implementazione dell’analisi e delle azioni di ricerca.

Le attività del progetto hanno previsto, in particolare, l’esplorazione dei seguenti due domini:

  • modello organizzativo-gestionale ospedaliero (rete Hub&Spoke) a sostegno della continuità di cura in ambito oncologico;
  • percorsi clinico-assistenziali per il paziente affetto da Alzheimer e altre demenze.

Output del Progetto

In sintesi, le attività realizzate all’interno del Progetto “Laboratorio per le reti” hanno permesso di raggiungere i seguenti risultati:

  • costruzione di un modello di valutazione della qualità dal punto di vista del cittadino, con particolare attenzione per i vissuti di continuità di cura, all’interno di un modello organizzativo-gestionale di tipo Hub&Spoke in oncologia;
  • costruzione di un pacchetto formativo rivolto agli informal caregiver all’interno dei percorsi clinico-assistenziali per persone affette da Alzheimer e altre demenze.

Stato della ricerca: Concluso

Per approfondimenti

Articolo "Continuità di cura in oncologia: l’esperienza dei pazienti e il Progetto R.In.Cu.O.R.AM.i in Area Vasta Romagna":

Iniziative ed eventi:

 

 

 

 

 

 

 

Letto 2627 volte Ultima modifica il Martedì, 03 Giugno 2014 18:38