Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.

Logo Repubblica Italiana
Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Disavanzi regionali: IV trimestre 2013, ecco i dati definitivi

Pubblichiamo il risultato di gestione del CE consolidato regionale riferito al IV trimestre 2013, al netto delle risorse aggiuntive da bilancio regionale a titolo di copertura LEA. Va specificato che tali risultati divergono da quelli del tavolo di verifica, poiché, in quella sede, i risultati positivi di gestione realizzati da alcune Aziende di ogni singola Regione vengono sottratti dal risultato complessivo regionale, ai sensi dell’articolo 30 del D.Lgs. 118/2011.1

 

Regione Risultato di gestione IV trimestre 2013
PIEMONTE -40.742
VALLE D’AOSTA -52.997
LOMBARDIA 10.189
PROV. AUTON. BOLZANO -218.186
PROV. AUTON. TRENTO -184.096
VENETO 25.511
FRIULI VENEZIA GIULIA -42.936
LIGURIA -91.345
EMILIA ROMAGNA 2.348
TOSCANA 2.847
UMBRIA 24.619
MARCHE 37.532
LAZIO -609.888
ABRUZZO 36.175
MOLISE -51.382
CAMPANIA 19.262
PUGLIA -39.561
BASILICATA -3.401
CALABRIA -30.616
SICILIA 6.017
SARDEGNA -379.112
Totale risultati negativi RSO* -909.871

*RSO-Regioni a Statuto Ordinario 

Fonte: NSIS-sistema informativo nazionale - Ministero della Salute

 

[1] NOTA: L’articolo 30 del D.Lgs. 118/2011 stabilisce che l’eventuale risultato positivo di esercizio degli enti di cui alle lettere b), punto i), c) e d) del comma 2 dell'articolo 19 è portato a ripiano delle eventuali perdite di esercizi precedenti. L'eventuale eccedenza è accantonata a riserva ovvero, limitatamente agli enti di cui alle lettere b) punto i), e c) del comma 2 dell'articolo 19, è reso disponibile per il ripiano delle perdite del Servizio sanitario regionale. Resta fermo quanto stabilito dall’articolo 1, comma 6, dell’Intesa Stato-Regioni in materia sanitaria per il triennio 2010-2013, sancita nella riunione della Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano del 3 dicembre 2009.

Letto 2394 volte Ultima modifica il Lunedì, 05 Maggio 2014 17:39