Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.

Logo Repubblica Italiana
Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Ricerca AGENAS

Capofila: AGENAS

Stakeholder: Regioni, Aziende Sanitarie Locali, Università ed enti di ricerca, Società Scientifiche

Area di riferimento: LEA - Spesa Performance

Abstract

Il Progetto intende analizzare la spesa annuale in materia di manutenzioni edili ed impiantistiche del patrimonio immobiliare sanitario che è pari a circa 2 miliardi di euro, a cui si aggiungono circa 1,3 miliardi di consumi elettrici e termici. In questo settore, la progressiva contrazione degli investimenti tecnologici e infrastrutturali determina l’esigenza di ampliare e potenziare gli strumenti di valutazione e di gestione della spesa.
Obiettivo del progetto, attraverso la rilevazione sistematica, è quello di realizzare un database di tutte le informazioni tecniche e strutturali che caratterizzano tipologia, età, volumi, valore, assetto impiantistico ecc. del patrimonio immobiliare utilizzato per l’attività ospedaliera.
La metodologia di ricerca prevede, dunque, di elaborare le informazioni tecniche e strutturali con i dati del monitoraggio continuo e sistematico della spesa, partendo da una rilevazione analitica dei dati contabili presenti nei modelli di Conto Economico, integrati con le informazioni amministrative desumibili dalla contabilità analitica delle Aziende delle Regioni coinvolte nel progetto.
La ricerca è finalizzata in primo luogo alla realizzazione di uno strumento di analisi integrata della spesa, articolato per cluster omogenei di struttura, per le aree tecniche delle Aziende e delle Regioni.
In secondo luogo, si propone di mettere a punto un range di costi di riferimento e predisporre un set di valori benchmark per il monitoraggio della spesa di manutenzione, parametrata sulle caratteristiche strutturali, assistenziali  e impiantistiche omogenee.

Output del progetto

Definizione di strumenti e Linee guida per la gestione del patrimonio immobiliare:

  • Creazione di un database delle informazioni del patrimonio immobiliare del Sistema sanitario di ciascuna Regione partecipante;
  • Intervallo di costi standard per gli interventi di manutenzione degli immobili impiegati dalle Aziende e presidi per l’attività ospedaliera, parametrati sulle caratteristiche strutturali, assistenziali  e impiantistiche omogenee;
  • Linee guida per i piani di formazione destinati al rafforzamento delle competenze delle aree tecniche;
  • Check listper il controllo e la gestione degli interventi (manutenzioni, investimenti, alienazioni patrimoniali, acquisti apparecchiature ecc.).

Nello specifico ambito dell’efficientamento energetico, inoltre, è prevista la definizione di

  • Linee guida per lo sviluppo delle competenze tecnico-economiche per valutare le performance energetiche;
  • Criteri per l’analisi delle performance energetiche delle aziende e presidi ospedalieri;
  • Criteri per la valutazione costi/benefici dei contratti di performance energetica (EPC);
  • Indirizzi per la redazione della programmazione triennale e ricerca di fonti di finanziamento (nazionali, europei, partenariato pubblico/privato ecc.);
  • Indirizzi semplificati per la redazione degli studi di fattibilità e documenti preliminari.

Stato della ricerca: concluso

Report finale: Monitoraggio della spesa per la manutenzione degli immobili del SSN (PDF)

 

Pubblicato in ricerca
Brochure

Il boom di visite sul sito dell’Agenzia conferma l’interesse dell’opinione pubblica e degli utenti più esperti nei confronti del recente rapporto Agenas sull’andamento della spesa sanitaria nel periodo 2008-2014. Si ricorda che lo studio, ricavato dai Conti economici consuntivi compilati dalle Regioni e inseriti sul Nuovo sistema informativo sanitario (Nsis) del Ministero della Salute, rende evidente un cambio di tendenza nell’andamento della spesa sanitaria nazionale che cresce nel 2014 dello 0,89% rispetto al 2013. È tuttavia rilevante evidenziare che, pur in presenza di una crescita della spesa sanitaria, prosegue invece il trend in diminuzione dei disavanzi regionali. Restano disponibili sul sito Agenas i dati, suddivisi per regione, relativi al Conto economico consuntivo 2014 di Aziende ospedaliere (AO), Aziende ospedaliere universitarie (AOU) e Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) pubblici che hanno registrato in soli 7 giorni oltre 400 visite.
Infine, è importante sottolineare che lo studio rientra tra i principali obiettivi dell’azione di Agenas per il monitoraggio della spesa, ossia fornire elementi utili e un’ampia base informativa alle Regioni, consentendo loro di effettuare valutazioni sulla propria situazione economica, anche attraverso un confronto con le altre Regioni.

Per approfondimenti:

 

 

Sono disponibili i dati, suddivisi per regione, relativi al conto economico consuntivo 2014 di Aziende ospedaliere (AO), Aziende ospedaliere universitarie (AOU) e Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) pubblici.

 

 

 

 

 

Pubblicato in primo_piano

È on line l’aggiornamento dei dati sulla spesa sanitaria nazionale e regionale relativi al periodo 2008-2014, con particolare attenzione alle voci di costo che hanno maggiormente inciso sull’andamento della spesa e ai disavanzi regionali. Lo studio s’incentra sull’analisi dei dati ricavati dai Conti Economici (CE) consuntivi compilati dalle Regioni stesse e inseriti sul Nuovo Sistema Informativo Sanitario (NSIS) del Ministero della Salute. Rispetto al precedente aggiornamento, il lavoro presenta ulteriori elementi di analisi, quali la spesa per Livelli Essenziali di Assistenza basata sui modelli LA prodotti dalle Regioni e l’andamento nel tempo della mobilità passiva.
In particolare, una prima analisi dei fenomeni più significativi evidenzia una crescita nel 2014 della spesa sanitaria dello 0,89% rispetto al 2013, segnando un’inversione di tendenza rispetto agli anni 2008-2013, che registravano un trend in diminuzione. I costi che hanno inciso maggiormente sono stati: prodotti farmaceutici ed emoderivati (+7,09%), dispositivi medici (3,41%), manutenzioni e riparazioni (+5,62%).
Per quel che riguarda la mobilità passiva, si conferma il trend in crescita con un costo pari a circa 3,8 miliardi di euro l’anno.
Mentre l’analisi del finanziamento della spesa sanitaria rileva un aumento del Fondo sanitario nazionale che dal 2008 al 2014 cresce del 9%. Per quel che riguarda invece le entrate proprie, la compartecipazione alla spesa (ticket) si conferma la voce principale con una crescita del 26% dal 2008 al 2014.
Inoltre, la spesa per Livelli Essenziali di Assistenza indica che l’assistenza ospedaliera passa dal 48,16% del 2008 al 44,72% del 2013; quella per l’assistenza distrettuale passa dal 47,51% del 2008 al 51,09% del 2013; mentre la prevenzione rimane stabile intorno al 4%.
Va specificato che pur in presenza di una crescita della spesa sanitaria, non si arresta il trend in diminuzione dei disavanzi regionali. Il sistema sanitario nazionale, dopo le coperture registra un avanzo di circa 600 milioni di euro.

L’attività di Agenas in questo settore nasce dalla partecipazione dell’Agenzia ai tavoli di monitoraggio, in particolare al tavolo di verifica degli adempimenti regionali (Ministero dell’Economia e delle Finanze) congiuntamente al comitato LEA (Ministero della Salute) e segue la metodologia utilizzata dal MEF e dal Ministero della Salute per l’analisi dell’andamento della spesa. Un’attività di monitoraggio che vuole fornire elementi utili e una base informativa ampia alle Regioni, che in tal modo, possono effettuare valutazioni sulla propria situazione economica, anche attraverso un confronto con le altre Regioni.

 

Natalia Di Vivo, Responsabile Monitoraggio Spesa Sanitaria

 

 

 

 

Pubblicato in primo_piano

Per i bilanci regionali sanitari, il 2014 è stata una buona annata. Il risultato di gestione del CE consolidato regionale riferito al IV trimestre 2014 dopo le risorse aggiuntive da bilancio regionale non lascia dubbi al riguardo: i bilanci chiudono in positivo (vedi tabella PDF). Si specifica, infatti che, per le Regioni a Statuto autonomo, Sicilia esclusa, le perdite sono soltanto figurative, in quanto per legge provvedono al finanziamento sanitario con risorse provenienti interamente dal proprio bilancio. Per quel che concerne la Regione Liguria - come da nota nella tabella - la legge regionale prevede tempi diversi per la copertura del disavanzo, che pur essendo già stanziata, è contabilizzata nel bilancio consuntivo. Fatta eccezione per il Molise, tutte le Regioni hanno chiuso nel 2014 il bilancio in attivo. Non solo, alcune Regioni hanno potuto liberare risorse, finora impegnate per garantire la copertura dei Lea, destinandole ad altre voci del bilancio regionale. Va inoltre evidenziato che le Regioni sottoposte a Piano di rientro, nel IV trimestre 2013, escluso l’Abruzzo che già era in avanzo, presentavano ancora dei disavanzi.

Pubblichiamo, inoltre, in allegato i costi del CE consuntivo 2013 e i costi IV trimestre 2014, inseriti nel Nuovo sistema informativo sanitario del Ministero della salute. Si precisa che i suddetti dati, non prendendo in considerazione i costi relativi agli ammortamenti, alle perdite su crediti, alle svalutazioni, al differenziale tariffe TUC e alla mobilità passiva, non vogliono essere rappresentativi dell’andamento della spesa sanitaria.

Gli ultimi dati pubblicati sulla spesa sanitaria:

Area "Monitoraggio della spesa sanitaria" sul sito Agenas  (LINK)

 

 

Mercoledì, 12 Marzo 2014 00:00

Spesa sanitaria

Tra i compiti di Agenas vi è quello di mantenere sotto osservazione il sistema sanitario nella sua componente economica.

Il monitoraggio economico del SSN viene sviluppato utilizzando la base documentale che riportiamo di seguito.

  • Provvedimenti nazionali e regionali in materia economico-gestionale: determinazione del fabbisogno sanitario nazionale e regionale, sistema di finanziamento delle aziende sanitarie e di remunerazione delle prestazioni sanitarie (tariffe e funzioni), indicatori economico-gestionali;
  • dati economici rilevabili dai flussi contabili: CE, SP, LA e CP;
  • conto annuale relativo al personale;
  • flussi nazionali relativi alla remunerazione delle prestazioni e alla mobilità sanitaria;
  • piani di rientro (la parte economico-gestionale).

Quest'area tematica del sito si articola in quattro sezioni, che riportiamo nel primo box a destra: Monitoraggio della spesa sanitaria (a cura di Natalia Di Vivo e Isabella Morandi), Riorganizzazione degli acquisti di beni e servizi in sanità (a cura di Laura Velardi), approfondimenti sul tema della Compartecipazione alla spesa sanitaria - ticket (a cura di Isabella Morandi e Cesare Cislaghi) e Attività di ricerca comune a tutta l'area.