Logo Repubblica Italiana
Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Dispositivi Medici

L’articolo 1, comma 796, lettera v) della legge 27.12.2006, n. 296 ha affidato al Ministero della Salute il compito di individuare, entro il 31 gennaio 2007, avvalendosi della Commissione Unica sui Dispositivi medici (CUD) e della collaborazione istituzionale dell’Agenas, “tipologie di dispositivi per il cui acquisto la corrispondente spesa superi il 50 per cento della spesa complessiva dei dispositivi medici registrata per il SSN”.

Per tali dispositivi la norma chiedeva che fossero stabiliti, con decreto del Ministro della Salute di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze, d'intesa con la Conferenza Stato-Regioni, i prezzi "da assumere, con decorrenza dal 1° maggio 2007, come base d'asta per le forniture del SSN".

Con DM 23 gennaio 2007 (GU 30 gennaio 2007, n. 24) sono state individuate dalla CUD le tipologie di dispositivi (esclusi i diagnostici in vitro e le grandi apparecchiature) con maggior impatto di spesa, sulla base di alcuni dati regionali.

L'attuazione di queste disposizioni normative ha comportato il coinvolgimento diretto dell'Agenzia che, allo scopo di supportare Ministero e Regioni, ha predisposto una metodologia operativa, condivisa e approvata dalla CUD stessa, che ha portato alla costruzione di un database tale che, per ogni sottoclasse della CND (individuata dalla CUD) fossero elencati tutti i dispositivi afferenti corredati delle possibili variabili quali materiali, misure, configurazioni, nonché le Aziende produttrici e il relativo codice prodotto.

In tal modo è stata potenziata la confrontabilità dei dati provenienti dalle diverse regioni che ha consentito alla CUD di individuare i prezzi di riferimento di dispositivi con caratteristiche tecniche assimilabili e con analoga destinazione d'uso.

Sulla base di tale attività condotta da Agenas, sono stati determinati i prezzi da assumere come base d'asta per le forniture al SSN di numerose tipologie di dispositivi medici, con decreti ministeriali 11 ottobre 2007 (GU 13 novembre 2007, n. 264), 25 gennaio 2008 (GU 22 aprile 2008, n. 95), 15 aprile 2008 (GU 24 giugno 2008, n. 146) e 17 febbraio 2009 (GU 5 giugno 2009, n. 128)  (LINK) (http://www.salute.gov.it/).

Nell'anno 2010, l'Agenzia, nell'ambito dell'attività di monitoraggio dei Piani di Rientro delle Regioni con disavanzo, sulla base dell'esperienza maturata nel Progetto di ricerca corrente 2007 "Supporto per gli acquisti di tecnologie sanitarie e monitoraggio prezzi"  (LINK) e di una prima rilevazione effettuata in ambito SIVeAS, con un apposito accordo di collaborazione stipulato con la Direzione Centrale Salute, Integrazione Sociosanitaria e Politiche Sociali della Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia, ha avviato le attività di rilevazione della dotazione, degli acquisti e dei prezzi di un campione di tecnologie biomediche presso varie Regioni.

L'obiettivo è stato quello di fornire a ciascuna Regione il supporto propedeutico:

  • alla creazione della base informativa necessaria a conoscere sistematicamente la situazione del patrimonio tecnologico proprio;
  • ad utilizzare tali informazioni per la valutazione di ogni SSR basata sulle evidenze e sul confronto con le altre regioni italiane;
  • alla diffusione delle "buone pratiche" per le attività di pianificazione e programmazione degli investimenti in tecnologie e per le procedure di acquisto di beni e servizi;

coinvolgendo, nella massima misura possibile, direttamente gli operatori delle singole aziende del Servizio Sanitario Regionale (SSR).

Il Progetto si è concluso il 31 dicembre 2012 con una relazione finale (PDF 1.7 mb).

Letto 14807 volte Ultima modifica il Giovedì, 20 Marzo 2014 18:22
Altro in questa categoria: « RIHTA Rete Italiana HTA

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.